100 km all’andata e altri 100 al ritorno: mentre vado in macchina da Matera verso Potenza e viceversa per lavoro, rifletto sul senso di un treno a Matera delle Ferrovie dello Stato. E mi rendo conto che il rischio è quello di finire incastrati in qualche rete ferroviaria del Mezzogiorno non efficiente. Più che investire uno sproposito di soldi in un’operazione del genere, non sarebbe meglio potenziare i collegamenti esistenti e non tradurre più l’acronimo FAL come Ferrovie Appulo Lumache?

Continua a leggere